Centro di Ascolto e Accoglienza “Mons. F. T. Bertozzi”

cda

 

Il Centro di Ascolto della Caritas diocesana è il luogo privilegiato (perché consegnato dalla tradizione e confermato dall’esperienza) in cui si intessono relazioni con poveri o con persone in situazioni di difficoltà, disagio o sofferenza, maestri del parlare e dell’agire di Caritas. 

É “segno” dell’attenzione e della sensibilità della comunità cristiana verso i poveri, ma anche orecchio e sentinella dei fenomeni di ingiustizia. Fornisce all’ Osservatorio delle Povertà e delle Risorse ogni utile informazione atta a definire la conoscenza qualitativa e quantitativa delle povertà presenti nel territorio, per stimolare una cultura di solidarietà e corresponsabilità della comunità cristiana e dell’intera società.

La Diocesi ha istituito nel 2016 la Fondazione Pro Solidarietate che dal 1 luglio 2017 ha preso il testimone dalla storica Associazione Farsi Prossimo  nella gestione dei servizi offerti dal  Centro di Ascolto Diocesano: i colloqui con le persone in stato di disagio sociale, la mensa, le docce, la distribuzione vestiti, la distribuzione viveri, la distribuzione mobili, l’accoglienza notturna di primo e secondo livello uomini e donne.

A seconda delle esigenze manifestate a colloquio, le persone vengono orientate ai vari servizi del Centro di Ascolto o della rete dei servizi del territorio con i quali Caritas collabora costantemente. Il Centro di Ascolto, inoltre, promuove e sostiene i centri di ascolto attivati dalle singole parrocchie, attraverso una stretta collaborazione con l’equipe per la promozione delle Caritas parrocchiali.


Centro di ascolto
Via D’Azzo Ubaldini, 5-7

E-mail: centrodiascolto@caritasfaenza.it 
Tel. 0546 680061
Cell. 328 3913977

RIFLESSIONE 15-21 APRILE 2019

 “[…]Solo quando hanno asciugato le caviglie dei fratelli, le nostre mani potranno fare miracoli sui polpacci degli altri senza graffiarli. E solo quando sono stati lavati da una mano amica, i nostri calcagni potranno muoversi alla ricerca degli ultimi senza stancarsi. Della lavanda dei piedi, in altri termini, dobbiamo recuperare il valore della reciprocità. […] Non si tratta di essere mondi, cioè puri. Anche gli apostoli dell’ultima cena lo erano: “voi siete mondi” aveva detto loro Gesù. Il problema è essere servi. Perché gli uomini accettano il messaggio di Cristo, non tanto da chi ha sperimentato l’ascetica della purezza, quanto da chi ha vissuto le tribolazioni del servizio.
Altro che gesto sentimentale, quello di Gesù, da incorniciare magari nell'album dei buoni esempi! La logica della lavanda dei piedi è eversiva. A tal punto che grida all'ipocrisia quando, in una associazione ecclesiale lacerata dalle risse e dilaniata dalle rivalità, si pretende di organizzare il pediluvio alla gente. […] Il servizio agli ultimi che stanno fuori non purifica nessuno quando si salta il passaggio obbligato del servizio agli ultimi che stanno dentro.
[…] C’è da supporre comunque che dopo la sua morte, ripensando a quella sera, i discepoli non abbiano fatto altro che rimproverarsi l’incapacità di ricambiare la tenerezza del Signore. Possibile mai, si saranno detti, che non ci è venuto in mente di strappargli dalle mani quei simboli del servizio, e di ripetere sui suoi piedi ciò che egli ha fatto con ciascuno di noi? Dovette essere così forte il disappunto della Chiesa nascente per quella occasione perduta, che, quando Gesù apparve alle donne il mattino della risurrezione, esse non seppero fare di meglio che lanciarsi su quei piedi e abbracciarli. “Avvicinatesi, gli cinsero i piedi e lo adorarono”. […]
Se non afferriamo i piedi di Gesù, lavare i piedi ai marocchini, agli sfrattati o ai tossici, non basta.
Non basta neppure lavarsi i piedi a vicenda, tra compagni di fede. Se la preghiera non ci farà contemplare speranze ultramondane attraverso quei fori lasciati dai chiodi, battersi per la giustizia, lottare per la pace e schierarsi con gli oppressi può rimanere solo un’estenuante retorica. Se, caduti in ginocchio, non interpelleremo quei piedi sugli orientamenti ultimi per il nostro cammino, giocarsi il tempo libero nel volontariato rischia di diventare ricerca sterile di sé e motivo di vanagloria”.
D. Tonino Bello

Grazie per il “cammino” fatto ogni giorno attraverso i nostri e altrui piedi! Buona Pasqua!

Gesù lava i piedi a noi perché noi ce li laviamo l'un l'altro.

Gallery Collegate

RIFLESSIONE 8-14 APRILE 2019

RIFLESSIONE 1-7 APRILE 2019

RIFLESSIONE 25-31 MARZO 2019

RIFLESSIONE 18-24 MARZO 2019

RIFLESSIONE 11-17 MARZO 2019

RIFLESSIONE 4-10 MARZO 2019

RIFLESSIONE 25 FEBBRAIO – 3 MARZO 2019

RIFLESSIONE 18-24 FEBBRAIO 2019

RIFLESSIONE 11-17 FEBBRAIO 2019

Maggiori Informazioni

Chiudi

Necessari

I cookie necessari sono i cookie tecnici cioè quelli il cui utilizzo non richiede il consenso dell’utente.

Questi cookie sono essenziali per consentire di navigare in un sito web e utilizzarne tutte le funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, un sito web non potrebbe fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere. Un cookie di questo tipo viene inoltre utilizzato per memorizzare la decisione di un utente sull’utilizzo di cookie sul sito web.

I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando questa funzionalità.
In generale comunque i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante.

Chiudi

Statistiche

I cookie statistici vengono utilizzati per monitorare le performances del sito, per esempio per conoscere il numero di pagine visitate o il numero di utenti che hanno visualizzato una determinata sezione.

I cookie statistici utilizzati dal nostro sito si avvalgono di servizio di Google Analytics.

L’analisi di questi cookie genera dati statistici anonimi e aggregati senza riferimento alcuno all’identità dei navigatori del sito. Sono utili anche per valutare eventuali modifiche e miglioramenti da apportare al sito stesso.

Chiudi

Targeting

I cookie di targeting sono cookie impostati da terze parti come YouTube, Facebook, Twitter.

Questi cookie tengono traccia del tuo comportamento come la riproduzione di video o quali tweet hai già visualizzato.

Se non viene dato il consenso a questi cookie, non sarà possibile guardare i video su questo sito web o utilizzare la funzionalità di condivisione sui social.

Questi cookie possono essere utilizzati dal fornitore di cookie per creare un profilo dei tuoi interessi e mostrarti pubblicità pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma si basano sull'identificazione univoca del browser e del dispositivo Internet.

Chiudi