“Il Diritto di rimanere nella propria terra”

20 giugno 2016
Categorie: Emergenze, Farsi prossimo, Migrazioni, Pace, Povertà, Scuole

La Fondazione Missio della Cei, in collaborazione con Caritas e Focsiv (Federazione Organismi Cristiani di Servizio Internazionale Volontario), lancia una Campagna per garantire ai migranti il diritto di rimanere nella propria terra, come questione di “giustizia sociale”. Nell’indire il Giubileo della Misericordia, Papa Francesco ha esortato tutti noi a porre particolare attenzione alle sofferenze del mondo, a dare voce a chi non ha voce a causa dell’indifferenza, ad aprire il nostro cuore a quanti vivono nelle più disparate periferie esistenziali, a stringere le loro mani perché sentano il calore della nostra presenza, a «portare una parola e un gesto di consolazione», ad «annunciare la liberazione a quanti sono prigionieri delle nuove schiavitù» e a «restituire dignità a quanti ne sono stati privati»

In un tempo caratterizzato da conflitti sempre più violenti e numerosi, da flussi straordinari di migranti che fuggono da guerre, fame, disastri ambientali e persecuzioni di ogni tipo, soprattutto nelle loro terre di origine, e sono «in cammino verso una speranza di vita», la Conferenza Episcopale Italiana, nel Vademecum “Indicazioni alle diocesi italiane circa l’accoglienza dei richiedenti asilo e rifugiati” chiede un’attenzione speciale a forme e percorsi di accoglienza e di riconciliazione.

Questo, tuttavia, non deve farci dimenticare le cause della fuga dei migranti che arrivano nelle nostre comunità e deve quindi rafforzare il nostro impegno a garantire nei Paesi di provenienza l’accesso a beni e servizi essenziali, come terra, acqua, lavoro, salute, educazione.

Don Michele Autuoro, direttore della Fondazione Missio, lancia un appello alle diocesi e ricorda che “in un mondo di muri eretti e di frontiere chiuse la questione profughi non è solo un’emergenza: è un segno dei tempi”.

In occasione di questa iniziativa il gruppo “Promozione alla Mondialità” dell’Associazione Farsi Prossimo ha aderito proponendo un laboratorio per le scuole elementari, medie e superiori, con la finalità di promuovere e garantire a ciascuno l’integrazione e il diritto di restare nel proprio paese vivendo in modo dignitoso, ma anche sensibilizzare bambini e ragazzi sul tema dell’immigrazione, mettendosi nei panni di chi questa situazione la sta vivendo. 

Video Collegati

Diritto di rimanere nella propria terra

Diritto di rimanere nella propria terra
  • Categorie

  • Tag Cloud

  • Archivio

  •   Articolo precedente
    «
     
     Articolo successivo
    »

    Maggiori Informazioni

    Chiudi

    Necessari

    I cookie necessari sono i cookie tecnici cioè quelli il cui utilizzo non richiede il consenso dell’utente.

    Questi cookie sono essenziali per consentire di navigare in un sito web e utilizzarne tutte le funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, un sito web non potrebbe fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere. Un cookie di questo tipo viene inoltre utilizzato per memorizzare la decisione di un utente sull’utilizzo di cookie sul sito web.

    I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando questa funzionalità.
    In generale comunque i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante.

    Chiudi

    Statistiche

    I cookie statistici vengono utilizzati per monitorare le performances del sito, per esempio per conoscere il numero di pagine visitate o il numero di utenti che hanno visualizzato una determinata sezione.

    I cookie statistici utilizzati dal nostro sito si avvalgono di servizio di Google Analytics.

    L’analisi di questi cookie genera dati statistici anonimi e aggregati senza riferimento alcuno all’identità dei navigatori del sito. Sono utili anche per valutare eventuali modifiche e miglioramenti da apportare al sito stesso.

    Chiudi

    Targeting

    I cookie di targeting sono cookie impostati da terze parti come YouTube, Facebook, Twitter.

    Questi cookie tengono traccia del tuo comportamento come la riproduzione di video o quali tweet hai già visualizzato.

    Se non viene dato il consenso a questi cookie, non sarà possibile guardare i video su questo sito web o utilizzare la funzionalità di condivisione sui social.

    Questi cookie possono essere utilizzati dal fornitore di cookie per creare un profilo dei tuoi interessi e mostrarti pubblicità pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma si basano sull'identificazione univoca del browser e del dispositivo Internet.

    Chiudi