Prima le persone

Caritas Faenza-Modigliana aderisce a “Prima le persone”, evento facente parte delle manifestazioni nazionali dell’Italia che resiste.

Saremo presenti in Piazza del Popolo per sostenere un modello di sviluppo e di integrazione che guardi alla persona umana. L’appuntamento è in piazza del Popolo sabato 2 marzo alle 15.00.

Il 2 marzo un nuovo presidio in piazza del Popolo alle ore 15.00 per raccontare che c’è un’Italia che “resiste” e a un modello che esclude e crea differenze tra le persone preferisce una società accogliente che pone al centro la persona umana.

Lo scorso 2 febbraio in 280 piazze d’Italia hanno manifestato più di 80.000 cittadini e oltre 400 associazioni, aderendo all’iniziativa ‘L’Italia che Resiste’; anche Faenza è stata una di queste piazze, scegliendo di esserci per mettere a tacere l’ondata di xenofobia e paura ingiustificata, per difendere la legalità, la democrazia, l’accoglienza e la solidarietà, principi da sempre alla base della nostra comunità.

Presenza costante nella città

Un presidio, quello del 2 marzo, che vuole diventare una presenza costante in città per raccontare davvero cosa succede, quali sono le situazioni di disperazione dalle quali sfuggono le persone che l’Italia oggi sembra non volere più accogliere, ma anche per raccontare le esperienze di incontro positive, i progetti che si possono realizzare e che si sono realizzati un po’ ovunque nel Paese.

L’appuntamento vuole essere un momento aperto, di confronto e condivisione, per rimettere al centro la persona umana e ripartire da lì.

L’iniziativa faentina si colloca all’interno della manifestazione nazionale “l’Italia che resiste” e che, in questa occasione, aderisce a “People, prima le persone” di Milano, un grande evento contro il razzismo convocato per combattere nemici quali diseguaglianza, sfruttamento, precarietà e promuovere inclusione, pari opportunità e una democrazia reale per un Paese senza discriminazioni, senza muri, senza barriere, per affermare i diritti umani, sociali e civili.

“Perché pensiamo che le differenze legate al genere, all’etnia, alla condizione sociale, alla religione, all’orientamento sessuale, alla nazione di provenienza e persino alla salute non debbano mai diventare un’occasione per creare nuove persone da segregare, nemici da perseguire e ghettizzare o individui da emarginare – scrivono gli organizzatori della manifestazione milanese-. Siamo per i diritti e l’inclusione, antirazzisti, antifascisti e convinti che la diversità sia un valore e una ricchezza culturale. Nel ribadire Prima le Persone diciamo che servono, in Italia e in Europa, politiche sociali nuove ed efficaci, per il lavoro, per la casa, per i diritti delle donne, per la scuola e a tutela delle persone con disabilità”. Politiche di inclusione, lotta alle diseguaglianze e alla povertà, “Perché ciascuno di noi è prima di tutto persona.”

All’iniziativa aderisce il gruppo di realtà, associazioni e cittadini che da qualche mese in città ha scelto di riflettere tu questi temi e portare un pensiero diverso, non urlato e che vede, appunto, “prima le persone”.

Aderiscono:

A.E.D.E., ANMIC , Anolf Ravenna , Anpi Castelbolognese, Anpi Faenza, Anpi Solarolo, Asef, Auser, Caritas Diocesana Faenza–Modigliana, Centro di documentazione don Tonino Bello, Cgil Faenza, Circolo Arci Prometeo, Circolo Arci S.Lucia , Comitato Adottiamo Castel Raniero Bene Comune, Comitato per la difesa e la valorizzazione della Costituzione di Faenza, Coordinamento per la Pace Bagnacavallo, Comitato Spontaneo per la Pace, Consulta delle cittadine e dei cittadini stranieri, Cultura Popolare Soc. Coop, DEFAIENCE, Federconsumatori , Fiab Faenza , Fim-Cisl, Fiom-Cgil, Gas Faenza , Gruppo Emergency Faenza, Gruppo Fotografia Aula 21, Legambiente Lamone Faenza, MFE , Mani Tese Faenza, Ordine Francescano Secolare, Pax Christi, Pigreco Apprendimento Aps , Progetto Policoro Faenza e Modigliana, Qualcosadisinistra.info, RicercAzione soc. coop., Redazione “il castello “di CastelBolognese, Salvaiciclisti Faenza, Scuola di Italiano per Migranti Penny Wirton, SE.MI.seeds for more interculure ETS APS, SOS Donna , SPI Cgil , Teatro Due Mondi

Data Evento

2 marzo 2019

Luogo

Piazza del popolo
48018 - Faenza (Ravenna)

Maggiori Informazioni

Chiudi

Necessari

I cookie necessari sono i cookie tecnici cioè quelli il cui utilizzo non richiede il consenso dell’utente.

Questi cookie sono essenziali per consentire di navigare in un sito web e utilizzarne tutte le funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, un sito web non potrebbe fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere. Un cookie di questo tipo viene inoltre utilizzato per memorizzare la decisione di un utente sull’utilizzo di cookie sul sito web.

I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando questa funzionalità.
In generale comunque i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante.

Chiudi

Statistiche

I cookie statistici vengono utilizzati per monitorare le performances del sito, per esempio per conoscere il numero di pagine visitate o il numero di utenti che hanno visualizzato una determinata sezione.

I cookie statistici utilizzati dal nostro sito si avvalgono di servizio di Google Analytics.

L’analisi di questi cookie genera dati statistici anonimi e aggregati senza riferimento alcuno all’identità dei navigatori del sito. Sono utili anche per valutare eventuali modifiche e miglioramenti da apportare al sito stesso.

Chiudi

Targeting

I cookie di targeting sono cookie impostati da terze parti come YouTube, Facebook, Twitter.

Questi cookie tengono traccia del tuo comportamento come la riproduzione di video o quali tweet hai già visualizzato.

Se non viene dato il consenso a questi cookie, non sarà possibile guardare i video su questo sito web o utilizzare la funzionalità di condivisione sui social.

Questi cookie possono essere utilizzati dal fornitore di cookie per creare un profilo dei tuoi interessi e mostrarti pubblicità pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma si basano sull'identificazione univoca del browser e del dispositivo Internet.

Chiudi