Ucraina: crisi infinita

17 aprile 2015
Categorie: Donazioni, Emergenze

 L’Ucraina, martoriata da scontri tra esercito e separatisti, vede crescere in continuazione il numero delle vittime e delle persone costrette a lasciare la propria abitazione. La grave crisi del Paese è al centro delle preghiere di Papa Francesco, che più volte nei suoi discorsi e messaggi ha ricordato il dramma di questa popolazione. Sono circa 1.700.000 i profughi, di cui 1 milione nel resto dell’Ucraina e oltre 700.000 nei paesi confinanti, in particolare Russia e Bielorussia. Cinque milioni di persone hanno bisogno di assistenza umanitaria, di cui 3,2 milioni tra i più vulnerabili, anziani, disabili, minori. Il direttore di Caritas Italiana, don Francesco Soddu, rilancia l’appello di Caritas Internationalis e di Caritas Europa affinché l’Europa vigili sui negoziati di pace e aggiunge: «Mentre continuiamo a sostenere l’impegno Caritas in loco e le comunità degli Ucraini in Italia ci uniamo al Santo Padre nella preghiera per le vittime e nel chiedere che non si abbandoni la via del dialogo e del negoziato». Caritas Italiana, assieme a molte Caritas in Europa, sta cercando di sostenere Caritas Ucraina che in questi mesi si è prodigata per assistere il numero più alto di persone. Al momento sono circa 50.000 le persone raggiunte, l’impegno complessivo è di circa 6 milioni di euro. Un aiuto che prosegue anche nelle regioni confinanti della Russia e della Bielorussia. Si raccolgono offerte.

  Articolo precedente
«
 
 Articolo successivo
»