Imparare vivendo

I NOSTRI LABORATORI NELLE SCUOLE…PERCHE’…

Attraverso i laboratori di educazione alla pace e alla mondialità, Caritas intende trasmettere a bambini, adolescenti e giovani i seguenti valori:

  • solidarietà: dalla Sollecitudo Rei Socialis, la solidarietà non è un sentimento di vaga comprensione… è la ferma determinazione di impegnarsi per il bene comune … perché tutti siano responsabili di tutti; solidarietà intesa come capacità di guardare all’altro come a un compagno con cui si sta compiendo un cammino, una persona “prossima” con la quale trovare sostegno reciproco.
  • il valore del dono: sviluppare la capacità di offrire se stessi e le proprie abilità all’altro in modo gratuito e incondizionato.
  • responsabilità: ritrovarsi dentro la storia con un ruolo attivo e responsabile, perché ogni persona recuperi il proprio potere personale di agire cambiamento in un’ottica di miglioramento delle condizioni sociali e verso il benessere collettivo.
  • cittadinanza attiva: vivere la dimensione dell’impegno per la propria comunità, attraverso la partecipazione, la mobilitazione nella tutela dei diritti, il volontariato che risponde alle emergenze e ai bisogni, la solidarietà con l’altro.
  • giustizia, intesa come uguaglianza e rispetto dei diritti della persona, sottolineando l’aspetto promozionale delle proposte che hanno il fine di far emergere, rendere visibili e diffondere le cause delle ingiustizie;
  • coesione sociale: nel senso di creare fiducia, fraternità, integrazione, con l’intento di curare i legami sociali tra le persone e dentro la comunità.
  • difesa della vita: centralità della persona, espressa nell’attenzione agli ultimi, nella prossimità alla marginalità, nella costruzione di una comunità che vive con uno stile nonviolento

La metodologia usata nell’educazione alla mondialità si basa sull’”imparare vivendo”: diamo ai bambini e ai ragazzi la possibilità di vivere qualche aspet­to della vita e del mondo in modo simulato o giocato sperimentando diretta­mente i valori proposti dai laboratori.

Il campo concreto di sperimentazione e di verifica della relazione con l’altro, avviene proprio nel gruppo.

Attraverso i nostri incontri non si vogliono solo “trasmettere” dei contenuti, ma anche favorire un clima di arricchimento reciproco, perché ciascuno a suo modo possa mettersi in gioco ed entrare in una diversa prospettiva nel rap­porto con l’altro e le cose del mondo.

 L’Area Educazione alla Mondialità nasce nel 2006 presso la Diocesi di Fa­enza – Modigliana come uno dei pilastri della Caritas Diocesana. Una delle sue attività principali, svolta attraverso l’Associazione Farsi Prossimo, riguar­da l’ideazione e la realizzazione di laboratori per bambini attivati grazie alla collaborazione degli Istituti scolastici.

Inizialmente i laboratori hanno coinvolto soprattutto le scuole medie e del contesto faentino, successivamente negli anni ci siamo specializzati in labo­ratori per le scuole elementari e dall’anno 2010 si contano anche scuole me­die superiori e fuori dalla Diocesi di Faenza.