Centro di Ascolto e Accoglienza “Mons. F. T. Bertozzi”

cda

 

Il Centro di Ascolto della Caritas diocesana è il luogo privilegiato (perché consegnato dalla tradizione e confermato dall’esperienza) in cui si intessono relazioni con poveri o con persone in situazioni di difficoltà, disagio o sofferenza, maestri del parlare e dell’agire di Caritas. 

É “segno” dell’attenzione e della sensibilità della comunità cristiana verso i poveri, ma anche orecchio e sentinella dei fenomeni di ingiustizia. Fornisce all’ Osservatorio delle Povertà e delle Risorse ogni utile informazione atta a definire la conoscenza qualitativa e quantitativa delle povertà presenti nel territorio, per stimolare una cultura di solidarietà e corresponsabilità della comunità cristiana e dell’intera società.

La Caritas diocesana ha promosso l’Associazione Farsi Prossimo per la gestione dei servizi collegati con il  Centro di Ascolto Diocesano: la mensa, le docce, il servizio vestiti, l’accoglienza notturna di primo e secondo livello.

A seconda delle esigenze manifestate le persone che si rivolgono al Centro d’Ascolto vengono orientate ad altri servizi più specifici della Caritas o del territorio. Il Centro di Ascolto, inoltre, promuove e sostiene i centri di ascolto attivati dalle singole parrocchie, attraverso una stretta collaborazione con l’equipe per la promozione delle Caritas parrocchiali.


Centro di ascolto
Via D’Azzo Ubaldini, 5-7

Referente: Damiano Cavina
E-mail: centrodiascolto@caritasfaenza.it 
Tel. 0546 680061
Cell. 328 3913977

Tu sei...

 

Tu sei i i giocattoli con i quali hai giocato,

 il dialetto che hai parlato,

i segreti che hai portato dentro di te...

tu sei la tua spiaggia preferita,

tu sei la rinascita ...

quell'amore confuso che hai vissuto, 

il discorso serio che hai avuto con tuo padre,

tu sei ciò che ricordi.

Tu sei la nostalgia che senti di tua madre, 

il sogno rotto...

l'infanzia che ricordi, 

il dolore di non esser riuscito con certezza, 

di non aver parlato al momento giusto...

tu sei l'emozione di un frammento di libro,

la scena della strada che ti ha strappato lacrime,

tu sei ciò che piangi.

Tu sei un abbraccio inaspettato, 

la forza data all'amico che ne ha bisogno,

tu sei.... la sensibilità che grida, 

l'affetto che scambi,

tu sei le parole dette per aiutare...

 

Martha Medeiros

 

Gallery Collegate

RIFLESSIONE 4-10 GIUGNO

RIFLESSIONE 28-3MAGGIO

RIFLESSIONE22 – 28 MAGGIO

RIFLESSIONE 14 MAGGIO

RIFLESSIONE 7-13 MAGGIO

RIFLESSIONE 23-28 APRILE

RIFLESSIONE 16-22 APRILE

RIFLESSIONE 9-15 APRILE

RIFLESSIONE 2-8APRILE