Dialogo interreligioso

Le seguenti realtà faentine impegnate per la pace e il dialogo interreligioso:

 Altroconsumo, Amici Mondo Indiviso, Associazione Farsi Prossimo, Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, Caritas diocesana di Faenza-Modigliana, Centro di Cultura Islamica di Faenza, Centro di Documentazione don Tonino Bello, Circolo Legambiente Lamone, Comitato di Amicizia, Emergency, Mani Tese Faenza, Movimento dei Focolari Faenza, Ordine Francescano Secolare, Pastorale Sociale e del Lavoro, Pax Christi, Società Cooperativa di Cultura Popolare, con il patrocinio del Comune di Faenza, della Consulta Faentina delle Associazioni di Volontariato e della Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche,

promuovono ogni anno la giornata del dialogo interreligioso a Faenza e la giornata ecumenica del dialogo cristiano-islamico, organizzando:

– Una Tavola Rotonda dal tema nazionale, i temi degli anni passati sono stai “La Misericordia”, “Libertà religiosa base della convivenza civile”…Alla tavola rotonda partecipano i responsabili e capi religiosi delle comunità religiose maggiormente rappresentative nella città di Faenza;

– Un Coinvolgimento delle scuole superiori. Nel mese di ottobre/novembre gli studenti possono in alcuni appuntamenti fissati insieme visitare i luoghi di culto della città di Faenza: centro di cultura islamica, chiesa evangelica, una chiesa cattolica, la chiesa in uso alla comunità ortodossa.

– Una Giornata in piazza, occasione per scambiarsi le posizioni delle comunità rispetto alla giornata del dialogo interreligioso.

Attraverso questa iniziativa si vuole coltivare la pace nel territorio locale, grazie a una celebrazione condivisa del ruolo di ognuno quale custode della Terra.

Si vuole quindi creare uno spazio di dialogo interreligioso, nel quale rappresentanti di diversi culti possono offrire letture e riflessioni sul tema della cittadinanza attiva e responsabile nei confronti dell’ambiente sia naturale, sia comunitario.

Si prevede la partecipazione di molte persone – di diverse culture, appartenenti e non alla rete delle associazioni ideatrici del progetto, credenti o semplicemente interessati alla creazione di una comunità per la pace.

Il dialogo interreligioso non è solo un’iniziativa di un particolare momento dell’anno, ma ogni giorno siamo chiamati a vivere, confrontarci e dialogare con l’altro, chiunque esso sia. Questo per noi vuol dire “vivere in pace”; gli inviti alla cittadinanza sono anche altri, il più importante per esempio è la marcia della pace che si svolge a Faenza ogni 1° gennaio e ha come tema quanto espresso dal messaggio del Papa l’8 dicembre dell’anno precedente. 

Contatti Alessandra Odone 
E-mail: scuole@caritasfaenza.it 
Tel: 0546 693050
Cell. 342 6648979