Centro di ascolto: “I servizi”

Negli ultimi anni, in adempimento del mandato che le è proprio, la Caritas diocesana di Faenza – Modigliana ha esplicitato e allargato la propria presenza complessiva sul tema dell’immigrazione, sotto la spinta di un fenomeno sempre più in espansione e sempre più articolato e complesso per le normative in costante evoluzione e per il mutato contesto socioeconomico italiano.

Ogni Caritas Diocesana, dalla realtà parrocchiale al Centro di Ascolto Diocesano, è chiamata a confrontarsi quotidianamente con il fenomeno migratorio e i suoi volti.

Le Agenzie internazionali, i Governi del mondo, le organizzazioni non governative e tutti gli studiosi del fenomeno, evidenziano i continui spostamenti di persone e di popoli alla ricerca di uno spazio sicuro dove esercitare le libertà fondamentali e assicurare un futuro dignitoso alle generazioni future.

Gli obiettivi dell’area Migrazioni sono: lo studio, la promozione della riflessione culturale e la sensibilizzazione della cittadinanza sui temi migratori, il supporto informativo e legale ai cittadini stranieri approdati al Centro di ascolto Diocesano.

L’area migrazioni quindi attua i propri compiti formando, informando, stimolando riflessioni culturali sul fenomeno migratorio, organizzando momenti di confronto e di dibattito con gli enti pubblici e privati, coordinando le numerose iniziative attivate in tutta la diocesi e i progetti nazionali, regionali e locali in atto nel territorio diocesano, perseguendo i seguenti obbiettivi:

  • offrire orientamento e sostegno per facilitare percorsi di autonomia per la persona;
  • monitorare, conoscere e far conoscere ai non addetti ai lavori il fenomeno delle migrazioni;
  • sollecitare le istituzioni in relazione alle varie necessità del territorio, correlate con il fenomeno migratorio;
  • dare un contributo di idee e di esperienze a livello progettuale e gestionale, sul piano normativo e sociale.

Questo si traduce anche in una concreta proposta di condivisione di valori ed esperienze rivolte alla comunità cittadina e diocesana, invitata a svolgere attività di volontariato nei servizi attivati per rispondere ai bisogni degli stranieri con:

  • ascolto ed orientamento
  • segretariato sociale
  • accoglienza
  • scuola di italiano