Leggi la testimonianza di alcuni ragazzi in Servizio Civile!

5 luglio 2016
Categorie: Farsi prossimo, Giovani, servizio civile, Volontariato

Hai ancora dei dubbi se presentare domanda per il Servizio Civile Nazionale? Allora leggi la testimonianza di alcuni ragazzi che stanno svolgendo o hanno appena concluso questa esperienza!

“Servizio Civile è rimboccarsi le maniche, fare un bel respiro e scoprire che ce la possiamo fare. È  scoprire che “non puoi cambiare il mondo da sola” è la verità, ma non è una scusa. È scoprire che hai un senso, un’utilità: quello che fai, le tue energie e il tuo tempo, servono a qualcosa – magari a qualcuno che domani starà un po’ meglio di oggi – e, contro ogni brutto luogo comune, non è solo una frase fatta.” (Silvia- Centro di Ascolto)

“Vorremmo entrambe consigliare quest’esperienza a chi non sa bene che cammino intraprendere perché è stato un anno arricchente sotto diversi punti di vista. Abbiamo avuto l’occasione di fare chiarezza su quello che vorremmo dal nostro futuro grazie anche alla possibilità di scambio e condivisione con gli altri ragazzi in Servizio Civile.” (Federica e Laura- AMI/Segreteria)

“Torniamo a casa dopo aver stretto relazioni umane, con nuove consapevolezze e talvolta competenze che mai avremmo raggiunto ferme sui libri o tra i banchi di scuola. Torniamo a casa ogni giorno coscienti di non aver fatto altro di ciò che ci è richiesto di fare, anzitutto come donne appartenenti al genere umano, poi come cittadine di uno stato e infine come servizio civiliste. Torniamo a casa sapendo che la salvaguardia della persona umana, la cura e il sostegno di chi, nella vita, ha incontrato qualche disagio, è compito di ognuno di noi; di chi, come noi, incontra ogni giorno persone alle quali stare vicino, con le quali camminare in una relazione di dono e ricezione reciproci.” (Sara e Lucia- Ass. Francesco Bandini)

“Grazie a quest’esperienza stiamo imparando a misurarci con i nostri limiti e le nostre forze, a “tuffarci” in mondi prima da noi inesplorati, a metterci in gioco e a liberare parti del nostro carattere che mai avremmo voluto mostrare, ad affinare le nostre capacità relazionali, a cogliere la bellezza e la ricchezza dei rapporti umani ma anche il loro lato meno comprensibile e non sempre facile da gestire.” (Giorgia e Ilenia- Centro di accoglienza femminile S.Domenico)

“Ho imparato a dire quello che penso e a parlare anche con persone che non conosco bene. In Caritas ho capito tante cose: non sapevo che ci fossero così tante persone con bisogni diversi (la doccia, la mensa, ecc.). Non me lo aspettavo così, di trovare disponibilità e ascolto.” (Aliguetou- Centro di Ascolto)

“Grazie a questo progetto ho instaurato relazioni che all’inizio pensavo impossibili e ogni volta torno a casa sapendo di aver lasciato, anche solo con piccoli gesti, un sorriso sulle labbra di persone che ne avevano davvero bisogno.”(Ylenia- Ufficio Educazione alla Mondialità)

“Ogni giorno metto alla prova le mie capacità, le mie conoscenze ed anche le mie emozioni nelle varie attività proposte dal progetto.” (Anna Giulia- Centro di Ascolto)

“Ed è per questo che forse la risposta migliore da dare al mio amico che continua a farmi la stessa domanda (Ma quindi cosa fai in Servizio Civile?) è quella di dirgli “Fallo anche tu e poi dimmi”, perché ogni percorso di Servizio Civile, per usare il verbo che tanto mi mette in crisi, ti “fa fare” la tua esperienza. E questo non me lo sarei mai aspettato.” (Francesco- Centro di Ascolto)

Che aspetti a contattarci? Il Bando scade l’8 luglio alle 14.00! Per maggiori informazioni contatta Giorgia ai seguenti recapiti: tel. 0546 693050 email: serviziocivile@caritasfaenza.it

  Articolo precedente
«
 
 Articolo successivo
»