Campagna Diritto al cibo

L’appello lanciato da Papa Francesco a tutta l’umanità rappresenta un impegno alla mobilitazione, ticolo per gulliper rimuovere le cause della fame e le fonti di una disuguaglianza sempre più profonda, per porre un freno alle derive di un sistema finanziario fuori controllo, per rispondere alla domanda di giustizia ed alla necessità di perseguire il bene comune. Si tratta di questioni che ci interpellano direttamente in questi tempi di crisi, che sembrano aver ridisegnato anche i confini della povertà e della vulnerabilità: non sono soltanto i ‘paesi poveri’ a richiedere la nostra attenzione; i segni della deprivazione e della sofferenza sono ben presenti nel nostro mondo, assieme ai paradossali sintomi dello spreco e della dissipazione.

Il tema del diritto al cibo è dunque l’elemento centrale da cui è necessario partire: rimuovere lo ‘scandalo della fame’ che ancora affligge un’ampia porzione della popolazione del pianeta. Promuovere una prospettiva che restituisca dignità a tutta l’umanità, in equilibrio con i limiti biofisici del pianeta e nel rispetto del diritto alla vita delle generazioni che seguiranno è l’impegno cui siamo chiamati. La complessità delle cause ci sollecita ad affrontare la tematica principale del diritto al cibo in una prospettiva più ampia, attraverso i diversi elementi che la legano ai temi della buona finanza e della costruzione di un mondo di pace.

Con questa prospettiva nasce la Campagna “Una sola famiglia umana, cibo per tutti: è compito nostro”, che si pone l’obiettivo di promuovere consapevolezza ed impegno sugli squilibri del pianeta, avendo come aspetto centrale l’elemento educativo. La campagna nasce sulla base di una forte mobilitazione di enti ed organismi del mondo ecclesiale italiano, e si sviluppa a livello locale, con i territori in veste di protagonisti: le diocesi, gli organismi di volontariato e le ONG. La campagna intende coinvolgere prioritariamente i giovani, nelle parrocchie, nei movimenti, nelle scuole, ed anche i giovani imprenditori.

I temi sopra menzionati, sono oggetto di attenzione da parte di Caritas Internationalis, con una grande campagna internazionale incentrata sul tema del diritto al cibo, e di CIDSE, che sollecita i propri membri a riflettere sull’idea di un modello di sviluppo alternativo, orientato alla giustizia e alla dignità dell’uomo. La campagna “Una sola famiglia umana, cibo per tutti: è compito nostro” ne rappresenta l’articolazione italiana.

Ecco un articolo che parla di noi: Scuole elementari Gulli incontrano il Sindaco di Faenza – “Cibo e spreco”

logo-campagna cibo

Data Evento

1 ottobre 2014 - 31 ottobre 2015

Luogo

Faenza

Articoli Collegati

cibo

Scuole elementari Gulli incontrano il Sindaco di Faenza- “Cibo e spreco”

Faenza, 18 marzo 2015 Ieri sera dalle ore 18:00 alle ore 19:00 presso la scuola elementare Tommaso Gulli, si è […]

Video Collegati

Una sola famiglia umana

Una sola famiglia umana

Lo spreco del cibo in Italia

Lo spreco del cibo in Italia

Lo spreco del cibo come risorsa

Lo spreco del cibo come risorsa

Campagna Diritto al Cibo – Papa Francesco

Campagna Diritto al Cibo – Papa Francesco

Gallery Collegate

Le scuole faentine visitano Expo 2015

Visita in Expo 2015

Cibo per tutti: è compito nostro

campagna diritto al cibo