A caccia di lavoro … step by step

2 luglio 2015
Categorie: Giovani, Lavoro, Parrocchie

L’iniziativa “A caccia di lavoro … step by step” organizzata dal Progetto Policoro in collaborazione con l’ Informagiovani del Comune di Faenza  e il Mlac (Movimento Lavoratori di Azione Cattolica), è nata da un’analisi dei bisogni dei giovani passati in questi anni allo sportello di ascolto e orientamento del Progetto Policoro. Attraverso un percorso di tre incontri sono stati affrontato tre temi utili per  i giovani in cerca di lavoro.

Il primo tema ha riguardato la scrittura del Curriculum Vitae: Adele Guardigli, del Master in Fundraising di Forlì, attraverso esempi e consigli pratici, ha permesso ai giovani presenti di farsi un’idea precisa di come redigere un buon curriculum.

Il secondo tema ha riguardato la ricerca del lavoro. Nadia Nannini dell’IFOA di Bologna, ha illustrato ai giovani presenti i primi passi da fare quando si cerca lavoro: costruire un progetto  a partire da “chi sono io”, che rispecchi i propri bisogni e le proprie aspirazioni attuali, la lettera motivazionale, i canali da sfruttare per aumentare la possibilità di assunzione e i nuovi strumenti del web per la ricerca del lavoro.

Il tema del terzo incontro,“come ci si pone durante il colloquio di lavoro”, è stato trattato da Marco Bassetti di Officina Studio che ha coinvolto i giovani presenti  con simulazioni attraverso le quali si imparava a valorizzare le proprie capacità e competenze, anche se apprese attraverso  esperienze di studio o di lavoro molto brevi.

L’affluenza dei giovani  è stata di circa una ventina per ciascun incontro: questo ha permesso di svolgere gli incontri in una modalità laboratoriale che ha favorito il confronto e l’arricchimento reciproco e ha permesso ai ragazzi di mettersi in gioco.

Dagli stessi partecipanti è emersa, al termine del percorso, la necessità di approfondire questi temi e il bisogno di sentirsi affiancati e sostenuti nella ricerca del lavoro. E’ intenzione del Progetto Policoro replicare questo percorso anche in altre zone della diocesi e continuare ad accompagnarli e orientarli sul lavoro attraverso lo sportello in Via Dogana, 26 (c/o Ufficio Caritas Diocesana).

  Articolo precedente
«
 
 Articolo successivo
»